Ismael Louis de la Luna d'Aragona

Toreador, Sire di Isabella

Description:
Bio:

Parla Isabella:
Vorrei dire qualche parola anche su Ismael, premetto che quello che scriverò mi è stato detto dallo stesso Ismael quindi forse non corrisponderà a verità, ma visto il profondo legame che ci unisce non ho motivo di dubitare della sua onestà.
Della sua vita prima dell’abbraccio non so molto anche perchè nemmeno lui ormai se ne ricorda più, o forse non vuole ricordare. Le poche cose che so di lui da mortale sono che è nato alla fine del diciannovesimo secolo e che non è originario di Barcellona ma di una cittadina più piccola a est della Spagna. So molto poco anche sul suo sire, sia lui che Leonardo sembrano non volerne parlare o addirittura cercare di nascondere qualcosa. Ho scoperto che era una donna della nobiltà spagnola, a lei dobbiamo il nostro cognome e il nostro stato sociale attuale, e che Ismael ne era profondamente innamorato anche quando era in vita…e forse lo è ancora, il solo pensiero di questo sentimento mi fa impazzire.
Non so come vivevano quando erano assieme ne perchè e quando lei se ne sia andata, Ismael dice che solo io sono riuscita a colmare il vuoto che lei aveva lasciato in lui e, anzi, ormai ne ho completamente preso il posto nel suo cuore, tant’è che non si ricorda nemmeno più il suo nome.
Dopo la partenza di “Lei” e prima del mio arrivo Ismael viveva a stretto contatto con Leonardo e tutt’ora il loro rapporto è piuttosto stretto (tanto stretto da darmi quasi fastidio alle volte). Leonardo lo ha coinvolto in diverse “questioni” ma di questo è meglio che non parli se non voglio passare guai.
Io e Ismael passiamo insieme ogni notte, molto spesso in qualche elysium o prendendo parte a feste anche organizzate da alcune vacche alle volte. I pochi momenti che non siamo soliti passare assieme sono quelli della caccia, odio vederlo corteggiare altre donne (anche se solo per nutrirsene) e lui non sopporta quando adesco depravati o fingo di essermi persa perchè qualcuno mi riaccompagni a casa. Dice che quando mi vede toccare da qualcun’altro, anche se con gesti caritatevoli, non riesce a trattenere la rabbia.
So che quello che abbiamo noi può essere visto in modo sbagliato nella società dei Fratelli e che potrebbe ritorcercisi contro ma io vivo per Ismael e Ismael vive per me (anche se non so se sia un espressione corretta da usare in questo caso).
Una prova che il nostro rapporto non piaccia alle alte cariche lo dimostra il fatto che Leonardo tenti sempre di separarci, cerca scuse e ci assegna sempre piccole missioni da svolgere per lui. Ismael dice che questa è una mia fissazione ma io non riesco a non trovarci secondo fini in tutti questi compiti che, da una parte o da un altra, ci vengono assegnati. Chissà come reagirei se a uno di noi affidassero una di quelle missioni che ti tengono impegnata e lontano per troppo tempo(come quelle che racconta sempre Leonardo).

Ismael Louis de la Luna d'Aragona

España el pais de la patraña MarjuChupeChayan